ruMORE

2 artisti internazionali a Bologna
per Arte Fiera

23 gennaio 2018
Print Friendly, PDF & Email

Il 2 febbraio, in occasione di Arte Fiera e Art City Bologna, inaugurano 2 mostre entrambe promosse da Banca di Bologna e curate da Simone Menegoi.
Si tratta della prima personale in Italia dell’artista canadese Erin Shirreff e della personale di Elia Cantori.

ERIN SHIRREFF
La personale di Erin Shirreff, uno dei 10 eventi selezionati dal nuovo direttore del MAMbo, Lorenzo Balbi, per Art City Bologna 2018, sarà allestita presso il Salone Banca di Bologna di Palazzo De’ Toschi, Bologna (press preview ore 11.00 | inaugurazione ore 18.30) in collaborazione con Banca di Bologna, partner del progetto.
Per il pubblico italiano sarà la prima importante occasione per conoscere più da vicino il lavoro di questa artista, già entrato a far parte delle collezioni permanenti di importanti musei mondiali come il Centre Georges Pompidou di Parigi, il MET – Metropolitan Museum of Art e il Guggenheim di New York.
Il progetto si comporrà sostanzialmente di due parti: un video intitolato Son, proiettato in dimensioni cinematografiche (5 x 8 m. circa) e collocato nel grande salone del palazzo e un’opera che consiste in un folto gruppo di sculture intitolata Many Moons. Si tratterà di opere totalmente nuove, mai esposte prima e anzi concepite appositamente per questo “debutto” italiano (uteriori approfondimenti e descrizioni nel comunicato stampa)
Formatasi come scultrice, Shirreff realizza video, fotografie e sculture impiegando materiali disparati: ceneri compresse, gesso, carta, ferro laminato a caldo. Il tema di fondo del suo lavoro è il modo in cui facciamo esperienza di un oggetto nello spazio e nel tempo, soprattutto in un’epoca in cui la sua percezione è quasi sempre mediata e influenzata dall’immagine, fissa o in movimento.

 

ELIA CANTORI
Parallelamente al progetto di Erin Shirreff a Palazzo De Toschi, Banca di Bologna presenterà anche la personale di Elia Cantori nella sede della sua Direzione Generale in Piazza Galvani 4, sempre a Bologna.
Anche questo progetto è a cura di Simone Menegoi e inaugurerà venerdì 2 febbraio alle 18.00 presentando alcuni nuovi fotogrammi realizzati dall’artista – ovvero impressioni fotografiche dirette, senza la mediazione dell’obiettivo – della serie Dead Constellation, più alcune sculture in alluminio della serie Untitled (1:1 Map) (2016).

 

Share

Rispondi