*/?>
ruMORE

FESTIVAL DEL QUARTETTO D’ARCHI

11 Giugno 2013
Print Friendly, PDF & Email

Al Festival del Quartetto d’Archi, il ritorno del Pavel Haas. Il Quartetto, residente a Praga, fu vincitore dell’edizione 2005 del Premio Paolo Borciani e venerdì 7 giugno, alle 21.00, al Teatro Cavallerizza eseguirà il Quartetto n.1 op.11 di Cajkovskij e il Quintetto per archi in do maggiore D 956 di Schubert, con il violoncellista Tomás Jamnik. Il Festival del Quartetto d’Archi, in corso al Teatro Cavallerizza e organizzato dalla Fondazione I Teatri, riporta a Reggio Emilia e al suo pubblico il Quartetto Pavel Haas, vincitore del Premio Paolo Borciani edizione 2005.
Venerdì 7 giugno, ore 21.00, eseguirà il Quartetto n.1 op.11 di P. I. Cajkovskij e il Quintetto per archi in do maggiore D 956di Schubert, con il violoncellista Tomás Jamnik. Il Festival prosegue così nella sua tradizione di invitare a Reggio Emilia il Quartetti che maggiore successo hanno riscosso nel momento del Concorso dedicato a Premio Borciani, per reincontrarli, riascoltare la loro musica e vederli all’opera anche assieme ad altri musicisti.
Residente a Praga sin dalla sua fondazione nel 2002, il Quartetto Pavel Haas  (Veronika Jaruskova violino, Marek Zwiebelviolino, Pavel Nikl viola, Peter Jarusek violoncello) si è rivolto ai grandi del mondo del quartetto d’archi, e ha studiato con Piero Farulli (Quartetto Italiano), Norbert Brainin (Quartetto Amadeus), Valentin Berlinski (Quartetto Borodin), Christophe Coin (Quartetto Mosaïques), a Praga con Milan Škampa, viola del Quartetto Smetana e a Basilea con Walter Levin del Quartetto LaSalle. Il Quartetto ha preso il nome dal compositore ceco Pavel Haas (1899 – 1944), allievo di Leoš Janáček, deportato a Theresienstadt nel 1941 e morto ad Auschwitz nel 1944.
Il 2005 è stato per il Quartetto l’anno decisivo: ha vinto il primo premio al concorso del Festival Primavera di Praga, e solo un mese dopo il Concorso Paolo Borciani di Reggio Emilia; si è poi aggiudicato il premio per la migliore interpretazione diA Sad Paven for these Distracted Tymes di Sir Peter Maxwell Davies, eseguito in presenza del compositore e ripreso nell’ambito del festival che il compositore organizza nelle isole Orkney in Scozia. Da allora il Quartetto ha suonato nelle sale più importanti del mondo ospite di istituzioni concertistiche di primo piano. Accanto al Quartetto, nell’esecuzione delQuintetto per archi in do maggiore D 956 di Schubert, il voloncellista Tomas Jamnik, nato e cresciuto in una famiglia di musicisti. Jamnik è vincitore di numerosi premi nazionali ed internazionali, tra i quali, nel 2006, il Prague Spring International Music Competition-  concorso che in passato è stato vinto  da  Mistislav Rostropovich, Daniil Shafran,Natalia Gutman, Natalia Shakhovskaja e Boris Pergamenschikow. E’ ospite frequente di concerti e festival sia in patria che all’ estero.

Quartetto Pavel Haas + Tomas Jamnik, violoncello
TEATRO CAVALLERIZZA
Venerdì 7 giugno, ore 21.00

P. I. Cajkovskij, Quartetto n.1 op.11
F. Schubert, Quintetto per archi in do maggiore D 956

QUARTETTO PAVEL HAAS
Veronika Jaruskova violino, Marek Zwiebel violino, Pavel Nikl viola Peter Jarusek violoncello

 

PHQ2012 photo: Marco Borggreve

 

Share

Commenti chiusi.