*/?>
ruMORE

GIORNATA MONDIALE DIRITTI UMANI 2016

6 Dicembre 2016
Print Friendly, PDF & Email

In occasione della Giornata mondiale dei Diritti umani del 10 dicembre, data in cui nel 1948 viene proclamata la Dichiarazione universale dei Diritti Umani, il Club per l’Unesco di Reggio Emilia intende richiamare l’attenzione di tutti sull’importanza e la difesa della dignità della persona.
A tal fine, com’è ormai tradizione del Club, viene promosso anche quest’anno a Reggio Emilia, con il patrocinio della Provincia e in collaborazione con la “Libera Università del Crostolo” un importante convegno celebrativo del 68° anniversario della Dichiarazione per il prossimo martedì 13 dicembre 2016, dalle ore 9.30 alla 13.00, nella Sala convegni di Palazzo Magnani, Corso Garibaldi n. 21, cui interverranno anche i rappresentanti di due grandi organizzazioni umanitarie: Amnesty International e Medici senza Frontiere. Il programma della mattinata, aperta in particolare anche al mondo scolastico e a tutti i cittadini, prevede dopo il saluto di Giammaria Manghi, presidente della Provincia, la lectio magistralis del Prof. Thomas Casadei, docente di filosofia del diritto all’Università di Modena e Reggio Emilia, sul tema “Alla radice dei diritti umani: una riflessione comune“, cui seguirà la proiezione d’inediti documenti filmati sul tema.
Com’è noto il documento, elaborato dalla Commissione per i diritti umani, organo dell’ONU, che era presieduta da Eleanor Roosevelt e che costituisce una sorta di cesura tra l’epoca precedente al 1948, in cui l’indignazione per le iniquità nel mondo era affidata a qualche sporadico intervento e la consapevolezza odierna della necessità di contrastare le disuguaglianze, acquisita grazie all’impegno di alcune personalità come Eleanor Roosevelt, Peng Chun Chang, Charles Malik e John Peters Humphrey, Jaques Maritain, il cui frutto più glorioso corrisponde al principio che i bisogni essenziali dell’uomo vanno salvaguardati in maniera sistemica e condivisa da tutti gli Stati del pianeta.
I Diritti Umani – ricorda Luigi Bottazzi, Presidente del sodalizio culturale reggiano – costituiscono la più grande conquista e la massima espressione di civiltà cui si possa tendere: dichiarare ufficialmente che la prevaricazione perpetrata ai danni dei propri simili non solo è ingiustificata, ma intollerabile, è un concetto di alta nobiltà, fondamento per qualsiasi relazione costruttiva, non solo tra cittadini di un unico Stato, ma fra i popoli in generale. Un momento di riflessione che una città, come Reggio Emilia, con la sua forte tradizione umanitaria, non poteva non assumere per una riaffermazione di valori fondanti per la dignità e la vita delle donne e degli uomini ed in una loro costante e strenua difesa, in un momento così difficile e controverso come l’attuale.

giornata-mondiale-dei-diritti-umani

68°Anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo
Celebrazione a Reggio Emilia – 13 dicembre 2016 ore 9.30
Sala Convegni – Palazzo Magnani – Corso Garibaldi

PROGRAMMA

ore 9.30
Arrivi e registrazione

ore 10.00
Presentazione di Luigi Bottazzi, Presidente del Club per l’Unesco di Reggio Emilia
Saluto di Giammaria  Manghi, Presidente della Provincia di Reggio Emilia

ore 10.30
Relazione del Prof. Thomas Casadei dell’Università di Modena e Reggio Emilia
su “ALLA RADICE DEI DIRITTI UMANI: UNA RIFLESSIONE COMUNE”           

ore 11.15
Interventi Programmati: alcune testimonianze, con proiezione di  filmati
Chiara Casotti, Responsabile provinciale di  Amnesty International
Sandro Contini, Medico chirurgo operante in zone di guerra di Medici senza Frontiere

ore 12.15
Interventi

ore 13.00

Chiusura dei lavori

 

Dal 1950 si celebra la Giornata Mondiale dei Diritti Umani, ricorrenza istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per ricordare l’anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani,  approvata il 10 dicembre 1948. Essa costituisce un codice etico d’importanza storica fondamentale: per la prima volta nella storia dell’umanità veniva infatti prodotto un documento che riguardava tutte le persone del mondo, senza distinzioni. Per la prima volta veniva scritto che esistono diritti di cui ogni essere umano deve poter godere, per la sola ragione di essere al mondo. Come si legge all’art. 1, la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani sancisce che ”tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza”.

 

Share

Commenti chiusi.