*/?>
ruMORE

Le visioni di Aldo e Marc

16 Settembre 2011
Print Friendly, PDF & Email

Eventi, persone, idee e progetti che arrivano, transitano o partono da Reggio.
Camera con svista sarà attenta a non lasciarsi sfuggire tutto ciò.
Una finestra sulla città per proporre (anche) inedite visioni.

Cominciamo con Spazio Progetto che il 16 settembre ha incontrato Marc Sadler, architetto e designer di fama mondiale. Se in casa vi ritrovate un prodotto di Boffi, Caimi, Dainese, Flou, Guzzini, Ideal Standard, Moulinex (e cento altri…), probabilmente siete seduti su un divano di Marc, tenete in mano un suo aspirapolvere o state cercando un volume in una libreria disegnata dal grande progettista austriaco. Per anni migliaia di appassionati nel mondo hanno sciato sicuri con gli scarponi progettati da Sadler.

Il design entra nelle nostre case e abita gli spazi della vita quotidiana, per questo – a differenza dell’arte che si concentra fondamentalmente sul gesto – si collega a un processo che deve sapientemente cucire gli orientamenti del mercato, le tecnologie possibili, la valutazione dei costi di produzione e del prezzo di vendita, i materiali disponibili (o quelli che mancano e devono essere prodotti), la cultura e le attese dei potenziali utilizzatori. Questo processo Sadler ha saputo trasmettercelo molto bene narrando storie vive e coinvolgenti attorno e dentro i suoi progetti, nati a contatto con le persone e con le loro idee.

L’appuntamento, organizzato in collaborazione con Caimi Brevetti (i soci fondatori erano presenti in sala), ha dato l’opportunità a circa cento designer, architetti e studenti reggiani, di conoscere anche Aldo Colonetti, teorico dell’arte, del design e dell’architettura e Direttore di Ottagono (storica rivista italiana) che ha dialogato con Sadler.

Nota di merito per Spazio Progetto, laboratorio d’idee nato a Reggio Emilia e gestito in collaborazione con la Fondazione Architetti, che punta a diventare un riferimento per l’Italia settentrionale nel campo della formazione e del dialogo tra professionisti e aziende.

Situato nell’Area Nord di Reggio, gestito totalmente con risorse private, è un luogo davvero interessante: lo seguiremo con curiosità.

Ricordiamo che, proprio a Spazio Progetto, si chiude venerdì 28 ottobre una mostra di oggetti firmati Caimi Brevetti, selezionati nel 2010 per la mostra “Disegno e Design. Brevetti e creatività italiani” allestita al Museo dell’Ara Pacis (Roma) e all’Expo 2010 (Shanghai). In esposizione trovate alcuni prodotti entrati nel cuore di tutti e diventati grandi classici come il posacenere da pavimento Dondolino (1958) o il sistema di sedute su trave Ulisse (2007). Sarà presente anche la Sedia Kaleidos, che ha ottenuto una menzione d’onore all’ultimo Compasso d’Oro, e la Libreria Big di Caimi Brevetti, disegnata da Sadler e vincitrice del Compasso d’Oro ADI 2008.

Per vistare la mostra o ricevere informazioni cercate i riferimenti di Spazio Progetto tra i link di ottoperotto.org

 

Aldo Colonetti (Direttore di Ottagono) intervista Marc Sadler in esclusiva per 8X8 (Reggio Emilia, Spazio Progetto, 16/09/2011)

 

Share

Commenti chiusi.