*/?>
ruMORE

Invito al viaggio

4 Aprile 2013
Print Friendly, PDF & Email

“Invito al viaggio” è il titolo di una nota poesia di Charles Baudelaire («Là non c’è nulla che non sia beltà / ordine e lusso, calma e voluttà») che l’artista spezzino Gianluca Motto ha scelto per la mostra personale allestita alla Galleria d’Arte Sciaccheart di Riomaggiore (SP), a poche settimane dal successo riscosso presso la Galleria de’ Bonis di Reggio Emilia.

Nelle opere della sua ultima produzione, un tuffo nei ricordi d’infanzia, forti e allo stesso tempo delicati, restituiti attraverso una pittura densa e stratificata.

Come scrive Valerio Cremolini: «Il fascinoso viaggio intrapreso dal pittore, con il consueto innesto di colori, immagini e parole,  parte dalla realtà del presente per conquistare un tempo passato, quello della innocente età infantile, caratterizzata dalla comune spensieratezza, che si rinnova di continuo intorno all’irresistibile richiamo dei giocattoli e del mondo fiabesco. Motto recupera pittoricamente, con avvertibile gusto e con accorta visionarietà, quelle emozioni particolarmente formative, attraverso gioiosi orsi di peluche, attraenti cavallini a dondolo e desiderabili tricicli. Sono alcuni dei piacevoli protagonisti di uno spaccato esistenziale denso di autenticità e non scalfito dai crescenti disagi, che pervadono l’età adulta».

Gianluca Motto nasce nel 1965 a La Spezia dove frequenta i corsi di Renzo  Borella presso l’Officina Botteghe d’Arte. Nel 2000 la personale “Gli Alberi del Re” allestita nella Torre Capitolare del Comune di Portovenere, riceve ottimi consensi. Successive sono la mostra “Senzatitolo”, una rassegna di giovani artisti su segnalazione di tre critici d’arte presso la Galleria Menhir e la personale “MOTTO” (2001) nel Chiostro di San Francesco a Sarzana con catalogo curato da Luigi Cocevari-Cussar. Dopo il conseguimento di alcuni premi locali, nel 2002 il linguaggio del pittore si rinnova ancora con la personale ”Angelincantati” a Villa Bottini, promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Lucca. Ottime recensioni su riviste specializzate contribuiscono a farlo conoscere e apprezzare anche in ambito nazionale. Nel 2003 si classifica al 3° posto nel Premio Nazionale di Pittura “Città di Novara”. Nel 2004 in ambito locale partecipa a “Emergenze 2”, curata da Enrico Formica. Nello stesso anno è invitato a una collettiva alla galleria On the road Art Gallery di Varese mentre la galleria La Riseria di Novara gli allestisce una personale. Nel 2006 è selezionato per l’European Arteam Prize presso il Museo Civico di Arte Contemporanea di Albissola Marina (SV), vince il Premio Città di Massarosa e il Premio Fuori Città a Lucca, con giuria presieduta dal critico Dino Carlesi. Nel 2007 è invitato alla settimana dell’arte in Sardegna con la galleria Arte San Lorenzo e alla collettiva “Purezza” allestita dalla  Regione Toscana nel rifugio antiaereo di Massa. Già con la personale “Nuvolegate” alla galleria Menhir (2008) Motto comincia a indagare quel territorio ambiguo che sta tra la realtà e l’apparenza, ricerca che prosegue nella produzione successiva. Nel 2010 viene allestita la personale “Animale”, presso la Galleria d’arte Sciaccheart di Riomaggiore e la personale a La Spezia, presso il Camec (Centro Arte Moderna E Contemporanea), nell’ambito della Rassegna “Finestra sul Golfo”.

La mostra è visitabile fino al 7 aprile 2013, tutti i giorni con orario 10.30-13.00 e 14.30-19.00.
Per informazioni: tel. 0187 760056
info@schiaccheart.it –  www.sciaccheart.it

 

Share

Commenti chiusi.