*/?>
ruMORE

RISERVA MAB-UNESCO APPENNINO REGGIANO: analisi e proposte

16 Novembre 2016
Print Friendly, PDF & Email

Pubblichiamo il documento che presenta le prime analisi e proposte del Club per l’Unesco di Reggio Emilia riguardo la Riserva MaB – UNESCO APPENNINO TOSCO EMILIANO. A cura di Giuseppe Baricchi e Luigi Vernia.

Questo contributo è frutto di un lavoro preparatorio del “Gruppo di Studio” del Club sulla Riserva Mab-Unesco Appennino composto da: Giuseppe Baricchi, Walter Baricchi, Sergio Bergomi, Maria Giuseppina Bo, Gabriella Bonini, Luigi Bottazzi, Enrico Bussi, Giuliano Cervi, Angela Chiapponi, Andrea Chiari, Davide Dazzi, Giuliano Fornaciari, Cristian Danilo Morini, Ugo Pellini, Adriano Riatti, Luciano Rondanini, Rolando Valli e Luigi Vernia.
Per poter redigere un documento programmatico che riguardi il MaB, occorre innanzi tutto compenetrarsi psicologicamente e fare proprio il significato di questo acronimo e in quale contesto esso venga ad assumere importanza. E’ per questo motivo che dobbiamo iniziare, prendendo atto che l’UNESCO, il 9.6.2015, ha riconosciuto il Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano e la sua vasta area di contorno ( pari a 10 volte la superficie del Parco, per un totale di oltre 223.000 ha) come Riserva della Biosfera. Questo perché, visto che ancora in molti identificano Parco e Riserva di Biosfera, dobbiamo cercare di far passare il messaggio nel modo più chiaro possibile: La riserva di Biosfera include il Parco Nazionale ma è grande 10 volte il Parco.
… … …

Chi fosse interessato a leggere tutto il dossier, lo può scaricare in pdf cliccando qui

castello-torrechiara

 

Share

Commenti chiusi.