*/?>
ruMORE

Teatro Sociale Gualtieri – RAPPORTO FINALE 2013

11 Novembre 2013
Print Friendly, PDF & Email

Il programma di appuntamenti della stagione 2013 è stato il più ampio di tutti. Iniziato i primi di maggio, si è concluso a metà ottobre: dalla primavera all’autunno attraverso i tramonti dell’estate, dal buio alla luce e poi di nuovo verso il buio.

Tante sono state le novità e gli esperimenti introdotti: ad esempio le cene in Teatro per gli ospiti degli spettacoli – la prima cucinata in scena da Giancarlo Bloise in Cucinar Ramingo; le seconde, dedicate alle repliche di Un bès – Antonio Ligabue di Mario Perrotta, preparate dallo chef Arneo Nizzoli dello storico ristorante Nizzoli di Villastrada. Ad esempio la mini residenza teatrale di Andrea Baracco, con Giandomenico Cupaiuolo e Ersilia Lombardo, per lo studio di Amleto o dei passifalsi della ragione, conclusasi con una prova aperta al pubblico dopo una settimana di lavoro in Teatro. O ancora La vita in versi, festival di poesia in 5 puntate, con ospiti illustri, come anteprima speciale della stagione; e perché no, la serata in cui la platea è tornata “pista da ballo” come ai tempi dei veglioni, con il liscio di Secondo a Nessuno.

E poi il successo di Un Bès – Antonio Ligabue, che ha riempito e entusiasmato il teatro per tutte le 6 serate di repliche, le prime 4 in giugno per il vero e proprio debutto dello spettacolo e le altre 2 a settembre. Mario Perrotta, con il supporto anche del Teatro Sociale, ha lanciato alla grande il Progetto Ligabue e i prossimi appuntamenti fino al 2015 sono già in preparazione: Gualtieri sarà protagonista assoluta del festival…

E certamente le favolose e intense regie di Fortebraccio Teatro, Sociètas Raffaello Sanzio, Carrozzeria Orfeo e Scena Verticale con i loro fantastici attori e le scene e le storie che hanno sussurrato o urlato, che hanno saputo elettrizzare e coinvolgere un pubblico sempre più numeroso, per un teatro quasi sempre sold out. Senza dimenticare la prova di grande valore artistico e sociale assieme di AltrArte Teatro, con attori diversamente abili capacissimi di raccontare in scena il loro teatro, le loro storie.

Infine, sistema collaudato già dalle prime stagioni, a ritmare gli appuntamenti di prosa ci hanno pensato i concerti. L’amico caro e Maestro Ezio Bosso è tornato nella “sua” Gualtieri (Ezio ne è cittadino onorario dal 2012) per ispirare un “racconto sul respiro”, Six breaths per 6 violoncelli e pianoforte: il Teatro è stato travolto da un vortice di passione e emozioni, un Teatro “commosso” che respirava all’unisono. “Live in Gualtieri” hanno suonato anche: Tigran, raffinato e stravagante pianista armeno che conosce fama internazionale; Gianni Cazzola e il suo sestetto con ritmi e suoni da “Mississippi”; Pericopes e il “double side in jazz”, ovvero un laboratorio a due per un mix sperimentale di influenze differenti.
Ora che l’autunno va’ verso l’inverno, soffiando aria fredda dai palchetti fino al grande squarcio del vecchio palcoscenico, è tempo di fermarsi per riprendere fiato. Fare ordine, esplorare idee e la loro fattibilità, definire programmi per il tempo a venire. Già qualcosa bolle in pentola…

Nei prossimi mesi vi terremo informati con newsletters e comunicati mirati mentre il sito, completamente rinnovato quest’anno, verrà ultimato nelle parti mancanti e sarà base di lancio di tutte le novità e i progetti cui daremo corpo e vita; vi consigliamo di tenerlo d’occhio ogni tanto.

Un caloroso grazie per la compagnia, il sostegno, l’entusiasmo e la partecipazione. Un caloroso grazie anche all’Amministrazione Comunale e a tutti i nostri partners: senza il loro sostegno e la loro collaborazione nulla sarebbe stato possibile!

Associazione Teatro Sociale di Gualtieri
www.teatrosocialegualtieri.it
A questo link potrete ripercorre con più calma l’intero programma, guardare le foto e approfondire i contenuti degli spettacoli.

 

Share

Commenti chiusi.