*/?>
ruMORE

We Never Have Enough

7 Dicembre 2012
Print Friendly, PDF & Email

Per fortuna che a Reggio Emilia c’è dispari&dispari project. Uno spazio d’arte contemporanea davvero internazionale di cui abbiamo già parlato su 8X8 in Camera con Svista. Sabato 8 Dicembre alle 18.00 inaugura in via Monti 25 ‘We Never Have Enough’, un’esposizione di recenti opere di Katrin Plavcak. Questa è la seconda mostra personale dell’artista Austriaca nello spazio espositivo di Reggio Emilia nell’arco di pochi anni. L’esposizione comprende un gruppo di collage, dipinti e oggetti. Ma cos’è che non abbiamo mai abbastanza? Probabilmente la ricerca della soddisfazione attraverso la sfrenata accumulazione di oggetti e beni materiali, un layout ben radicato nella costituzione umana per desiderare e ottenere di più una volta che il pulsante ricompensa è premuto. Di certo i lavori esibiti mettono in discussione l’atteggiamento del capitalismo che crede nella crescita infinita e nell’avidità di profitto. Il titolo ‘We Never Have Enough’ è emblematico e lascia lo spettatore a guardare le opere della mostra con queste parole ben impresse nella mente. Nel dipinto “Hunting Glory, 2010” vediamo dei pirati raccolti intorno ad un grande Ippopotamo ucciso, solo un altro animale si sente triste per la morte. C’è la pittura “Erfolg und Verwahrlosung, 2011” che parla del successo e come esso sia collegato alla ostinazione ed un’altra “Begegnung auf offener See, 2011” circa l’assurdità che circonda certe leggi di guerra. Un gruppo di strani dipinti di paesaggio offre una radiazione di sfondo dove corpi e menti disconnesse fluttuano tutto attorno, le case sono visitate dai loro più grandi parenti astratti, il paesaggio diventa splendente e le nuvole giocano a Tetris per la noia. E’ una parata di caricature dell’umanità, con i loro eccessi e segreti fissati nella pittura. Al centro dello spazio espositivo c’è un gruppo di recenti oggetti che dialogano con il tempo e la percezione e un piccolo eroe Cinese che appare per aiutare tutti noi ad attraversare la confusione nella quale ci troviamo.

“We Never Have Enough” è aperta al pubblico fino al 10 febbraio, 2013.
Per ulteriori informazioni visita dispariedispari.org

 

 

Share

Commenti chiusi.